Intervento per le vene varicose : Tutto quello che devi sapere

Si parla di vene varicose, dette anche varici, quando le vene superficiali delle gambe diventano dilatate e contorte. Questa malattia, assai diffusa nel sesso femminile, oltre a produrre un evidente problema estetico, può essere accompagnata da sintomi come dolore, pesantezza e gonfiore alle gambe.
Sono sempre possibili, inoltre, complicazioni importanti come tromboflebiti superficiali o profonde.

Se hai delle varici che causano disturbi, peggiorando la tua qualità di vita, potrebbe essere il caso di considerare un intervento per la loro rimozione.

Il trattamento delle varici delle gambe oggi è essenzialmente chirurgico.

Tuttavia, affinche questo trattamento sia efficace e definitivo, bisogna conoscerne la causa.
Premesso che questa malattia é essenzialmente di tipo costituzionale e spesso ereditaria, la causa principale che ne determina l’insorgenza é rappresentata da una dilatazione della vena safena, che decorre lungo tutta la gamba dall’inguine alla caviglia.

Se si vuole risolvere definitivamente il problema delle vene varicose, bisogna quindi intervenire direttamente sulla vena safena.

Il Dott. Francesco Artale, angiologo, flebologo e chirurgo vascolare, é stato uno dei primi chirurghi vascolari in Italia e in Svizzera a realizzare una chirurgia conservativa e personalizzata della safena, quando questa si dilata e diventa incontinente.

L’intervento viene realizzato attraverso tecniche all’avanguardia, quali laser e radiofrequenza, che risultano assolutamente non invasive e che permettono al paziente di ritornare alle proprie attività quotidiane subito dopo l’operazione.

Cerchiamo ora di rispondere alle domande più frequenti dei pazienti.

  • Quando le vene varicose sono da operare?
    Quando la malattia diventa evidente e progressiva, è necessario ricorrere alla chirurgia. Tuttavia non bisogna attendere l’insorgenza dei sintomi, perchè spesso si tratta già di una complicazione.
  • Come eliminare le vene varicose alle gambe?
    Esistono sostanzialmente due tipi di trattamento per eliminare le vene varicose alle gambe. Il primo, sicuramente il più efficace e definitivo, è rappresentato dalla chirurgia endovascolare, ovvero laser e radiofrequenza. Il secondo dalla scleroterapia che serve essenzialmente per le varici di piccolo calibro e capillari.
  • Qual’è il miglior centro di chirurgia vascolare a Roma?
    Spazio Medico, nella sua sezione di Angiologia e Chirurgia Vascolare, risponde alle esigenze dei pazienti affetti da patologia varicosa con risultati eccellenti e definitivi.
  • Come funziona l’operazione alle vene varicose?
    Qualche anno fa questa patologia veniva trattata con asportazione completa della vena safena mediante stripping,  tecnica che risultava comunque invasiva e richiedeva almeno un giorno di ricovero. Oggi l’intervento delle vene varicose viene realizzato attraverso tecniche mini-invasive quali il laser e la radiofrequenza, che non necessitano di alcun ricovero, nè di convalescenza.
  • Qual’è il miglior trattamento per le vene varicose ?
    La nostra esperienza ci dimostra che negli ultimi 10 anni il migliore trattamento per eliminare definitivamente le vene varicose è rappresentato dalla chirurgia endovascolare quali laser e radiofrequenza della safena. In particolare la radiofrequenza si è dimostrata migliore, in termini di risultati e tolleranza del paziente, rispetto al laser.
  • Come eliminare le vene varicose senza intervento chirurgico?
    Non esistono alternative alla chirurgia, le creme, le medicine e le calze elastiche possono alleviare i sintomi, ma non certamente eliminare le varici che evolvono progressivamente con la possibilità reale di complicazioni spesso importanti.
  • Come non far peggiorare le varici alle gambe?
    Camminare molto e fare sport è indubbiamente una attività importante per le nostre gambe, ma non serve ad eliminare le varici o ad evitare le complicazioni. L’intervento chirurgico rappresenta oggi il sistema ideale per guarire dalle varici alle gambe.
  • Come togliere la safena con il laser o la radiofrequenza?
    Si tratta dei sistemi migliori per eliminare la safena in maniera non invasiva e guarire dalla malattia varicosa alle gambe. La radiofrequenza risulta, dalla nostra esperienza, più efficace e meglio tollerata dal paziente.
  • Cosa succede se non si opera la vena safena?
    La dilatazione della safena con relativa incontinenza rappresenta, nella maggior parte dei casi, la vera responsabile delle varici degli arti inferiori. Non operare in caso di incontinenza della safena espone quasi certamente a recidive.
  • Cosa succede se non si operano le varici?
    Operare le varici migliora non solo l’aspetto estetico, ma anche la salute delle nostre gambe, evitando le possibili complicazioni spesso molto fastidiose come tromboflebiti, emorragie improvvise e lesioni ulcerative di difficile guarigione.
  • Convalescenza dopo una operazione di safena
    Un intervento di safena con Laser o Radiofrequenza non necessita di alcuna convalescenza. Si possono riprendere le proprie attività quotidiane immediatamente. Il bendaggio adesivo applicato subito dopo l’operazione viene sostituito da una calza elastica indossata, solo di giorno, per 10 giorni.

In conclusione, oggi disponiamo di tecniche per il trattamento chirurgico delle vene varicose di notevole efficacia. Ci riferiamo soprattutto alla radiofrequenza che negli ultimi anni ha fornito una migliore qualità di vita ai nostri pazienti.

Consulta un medico specializzato per una valutazione approfondita e personalizzata con lo scopo di trovare la migliore soluzione ai tuoi problemi di vene varicose alle gambe.

contattaci

Il Dott. Francesco Artale esegue interventi ambulatoriali di chirurgia venosa endovascolare (laser e radiofrequenza) presso il Poliambulatorio Specialistico Spazio Medico.

Per maggiori informazioni, e per fissare un appuntamento, chiama il numero +39 06 83525846.

DOVE SIAMO

CONTATTACI